Consorzio forestale dell’Amiata


Il Consorzio Forestale dell’Amiata è nato nel 1958 per volontà dei Comuni dell’Amiata Grossetano con il compito di gestire il patrimonio boschivo di proprietà comunale. Ai fondatori, ovvero al Comune di Arcidosso, Seggiano, Santa Fiora, Castell’Azzara e Castel del Piano, si è aggiunta nel 2000 la Comunità Montana Amiata Grossetano divenuta Union dei Comuni Montani Amiata Grossetana, conferendo in gestione le proprie foreste, quelle del demanio della Regione Toscana e quelle private della Provincia Toscana San Francesco Stigmatizzato. Anche se non apportano superfici forestali, ma partecipano comunque alle attività consortili, fanno parte del Consorzio l’Associazione della castagna del Monte Amiata I.G.P.e il Consorzio Olio extravergine oliva Seggiano D.O.P..

Chi siamo


Parte delle proprietà certificate per la Gestione Forestale Sostenibile, di cui il Consorzio Forestale è Capogruppo, e che vengono gestite dall’Unione dei Comuni Montani versante Gossetano ricadono all’interno di riserve naturali, parchi e biotopi di notevole importanza naturalistica. Le aree protette interessate sono le seguenti:

AMIATA PER TUTTI

Nei pressi del Prato delle Macinaie ad un’altitudine di circa 1.370 m s.l.m., all’interno di un bellissimo bosco di faggio…

AREE DI SOSTA

Aree di sosta e sentieristica PRATO DELLE MACINAIE, PRATO DELLA CONTESSA, AMIATA GROSSETANA…

RIFUGI FORESTALI

Nel giugno 2021 a seguito dei lavori di ristrutturazione, sono stati riaperti da parte del Consorzio Forestale dell’Amiata, i Rifugi Forestali …

Raccolta funghi

Ecco le disposizioni

In Toscana la raccolta dei funghi epigei è disciplinata dalla .R. 22 marzo 1999 n. 16 e successive modifiche ed integrazioni.

Per la raccolta dei funghi sul territorio toscano occorre l’autorizzazione che viene rilasciata dalla Regione Toscana, e non più dal Comune di residenza del richiedente.

L’autorizzazione è valida su tutto il territorio regional; per la ricerca all’interno dei parchi, nazionali o regionali, occorre prendere visione dei rispettivi regolamenti che possono prevedere ulteriori autorizzazioni e/o modalità di raccolta diverse da quelle fissate dalla legge regionale.

NEWS ED EVENTI

AGGIORNAMENTI